Sala di Amore e Psiche. Quarto livelloLuca Signorelli, Madonna con il Bambino e i Santi Pietro, Paolo, Bernardo e Stefano, 1523. Castel Sant'AngeloStufetta di Clemente VII. Terzo livelloSala di Perseo, particolare del soffitto ligneo. Quarto livelloSala Paolina. Quarto livelloSala di Perseo, particolare del fregio con dame e liocorni. Quarto livelloPellegrino Tibaldi, L'arcangelo Michele, particolare della decorazione affrescata della Sala Paolina. Quarto livello

  Visita il Castello>> Terzo livello

CAPPELLA DEI SS. COSMA E DAMIANO

Il primo nucleo del piccolo luogo di culto fu edificato per volontà di Eugenio IV; la cappella fu successivamente collegata agli appartamenti pontifici nel corso dei lavori ordinati da papa Niccolò V intorno al 1450. Leone X provvede a far ristrutturare la semplice aula unica, commissionando a Michelangelo la facciata laterale della cappella, affacciantesi sul Cortile dell'Angelo. L'interno dell'ambiente, molto austero e modesto, coperto da una semplice volta a botte, è invece oggetto di un restauro effettuato tra il 1734 ed il 1735 sotto il pontificato di Clemente XII; in particolare, si procede alla messa in opera di un altare marmoreo sormontato da una scultura di San Michele Arcangelo realizzata da Pietro Bracci - attualmente conservata nella Sala della Rotonda - e sostituita, ad opera di Mariano Borgatti da una pala Marmorea raffigurante La Vergine con il Bambino, attribuita a Raffaello da Montelupo ed ancora visibile in situ.

Torna alla pagina precedente