Sala di Amore e Psiche. Quarto livelloLuca Signorelli, Madonna con il Bambino e i Santi Pietro, Paolo, Bernardo e Stefano, 1523. Castel Sant'AngeloStufetta di Clemente VII. Terzo livelloSala di Perseo, particolare del soffitto ligneo. Quarto livelloSala Paolina. Quarto livelloSala di Perseo, particolare del fregio con dame e liocorni. Quarto livelloPellegrino Tibaldi, L'arcangelo Michele, particolare della decorazione affrescata della Sala Paolina. Quarto livello

  Il Museo >>Le collezioni

La Quadreria

La vasta collezione di quadri custoditi all'interno di Castel Sant'Angelo trova collocazione in numerosi ambienti dislocati a vari livelli dell'edificio, alcuni dei quali, purtroppo, non accessibili al pubblico. I dipinti - provenienti quasi interamente dalla collezioni Contini Bonacossi e Menotti - sono in gran parte ascrivibili ad un arco temporale che si estende dal XIV al XVIII secolo.
Tra gli esemplari più antichi, la preziosa tavola con la Madonna in trono con il bambino e i santi, opera della Bottega degli Zavattari - pittori attivi a Milano ed in area lombarda nel XV secolo - databile al 1450 ed eseguita probabilmente per una chiesa milanese. Il dipinto è custodito in una delle due Sale di Clemente VII, situate al terzo livello dell'edificio e momentaneamente non accessibili da parte del pubblico. Nello stesso ambiente trovano collocazione anche altre quattro opere di eccezionale importanza: il San Girolamo in meditazione del trevigiano Lorenzo Lotto - databile al 1509 ed eseguito probabilmente in occasione del soggiorno romano dell'artista, attivo accanto a Raffaello nella decorazione delle Stanze Vaticane - la Madonna in trono con il Bambino e i santi Pietro, Paolo, Bernardo (?) e Stefano (?) di Luca Signorelli e due tavolette di Carlo Crivelli raffiguranti, rispettivamente, il Cristo benedicente e Sant'Onofrio.
La pala del Signorelli, databile tra il 1515 ed il 1520, può essere ascritta alla tarda fase di attività del pittore cortonese e venne realizzata per il Convento femminile di san Michelangelo di Cortona; la predella con le Storie di San Giovanni Battista, in passato ritenuta erroneamente autografa dello stesso maestro, è in realtà opera posteriore della sua bottega, ed è stata arcitrariamente unita al dipinto solo nel XIX secolo.
Le tavolette del veneziano Crivelli, databili intorno al 1493, sono state invece identificate come facenti parte della Pala dell'Incoronazione oggi custodita nella Pinacoteca di Brera e originariamente realizzata per la Chiesa di San Francesco a Fabriano.
Nella Sala dell'Adrianeo - temporaneamente chiusa al pubblico - trovano collocazione tre opere ispirate alla figura di Bacco e realizzate, rispettivamente, dal ferrarese Dosso Dossi, dal francese Nicolas Poussin (sebbene l'attribuzione risulti piuttosto dubbia) e dall'olandese Jacob Jordaens.
Numerosi sono anche i dipinti collocati nelle sale degli appartamenti storici, in osservanza all'originario criterio museografico di ispirazione borgattiana di ricostruzione degli arredi in stile.



Bottega degli Zavattari, Madonna in trono con il Bambino e i Santi, 1450 ca., tempera su tavola. Roma, Castel Sant'AngeloLorenzo Lotto, San Girolamo in meditazione, 1509 ca., tempera su tavola. Roma, Castel Sant'Angelo

Bottega degli Zavattari,
Madonna in trono con il Bambino e i Santi, 1450 ca.,
tempera su tavola.
Roma, Castel Sant'Angelo

Lorenzo Lotto,
San Girolamo in meditazione, 1509 ca., tempera su tavola.
Roma, Castel Sant'Angelo


Luca Signorelli, Madonna con il Bambino e Santi, 1515 - 1520 ca., olio su tavola. Roma, Castel Sant'AngeloCarlo Crivelli, Cristo Benedicente, 1493 ca., olio su tavola. Roma, Castel Sant'Angelo

Luca Signorelli,
Madonna con il Bambino e Santi, 1515 - 1520 ca., olio su tavola.
Roma, Castel Sant'Angelo

Carlo Crivelli,
Cristo Benedicente, 1493 ca., olio su tavola.
Roma, Castel Sant'Angelo


Carlo Crivelli, Sant'Onofrio, 1493 ca., olio su tavola. Roma, Castel Sant'AngeloJacob Jordaens, L'educazione di Bacco, olio su tela. Roma, Castel Sant'Angelo

Carlo Crivelli,
Sant'Onofrio, 1493 ca., olio su tavola.
Roma, Castel Sant'Angelo

Jacob Jordaens,
L'educazione di Bacco, olio su tela.
Roma, Castel Sant'Angelo




Torna alla pagina precedente