Sala di Amore e Psiche. Quarto livelloLuca Signorelli, Madonna con il Bambino e i Santi Pietro, Paolo, Bernardo e Stefano, 1523. Castel Sant'AngeloStufetta di Clemente VII. Terzo livelloSala di Perseo, particolare del soffitto ligneo. Quarto livelloSala Paolina. Quarto livelloSala di Perseo, particolare del fregio con dame e liocorni. Quarto livelloPellegrino Tibaldi, L'arcangelo Michele, particolare della decorazione affrescata della Sala Paolina. Quarto livello

  Percorsi tematici >> Gli appartamenti papali

SALA DEL PERSEO

Dalla grande Sala Paolina si accede a due ambienti piuttosto piccoli, destinati probabilmente ad appartamento privato del pontefice. Il primo ed il più ampio di tali ambienti è la Sala di Perseo: l'effige dell'eroe greco, in legno, si staglia al centro del soffitto dal fondo blu decorato a grottesche ed ornato di stucchi dorati, mentre il suo mito è narrato lungo le pareti in sei doppi e tripli episodi. Una piccola porta conduce alla stanza da bagno di Clemente VII (la Stufetta) collocata al piano inferiore). Gli arredi che oggi completano l'ambiente non sono originali, ma sono da ascrivere all'interveto di Mariano Borgatti. Questi, in aderenza ad un preciso quanto discutibile ed inattendibile, data l'assenza di qualsivoglia fondamento scientifico, criterio 'storiografico' ha arredato le stanze del castello con materiali di provenienza e datazione varie, nell'intento di ricreare l'atmosfera originaria degli appartamenti papali. Nessuna delle suppellettili qui collocate, pertanto, appartiene al corredo originale del piccolo appartamento. Oltre agli arazzi, ai cassoni ed al leggio, di particolare interesse si rivelano tre dipinti: un Compianto sul Cristo Morto di scuola ferrarese; un Cristo Portacroce dipinto da Paris Bordon, artista trevigiano attivo soprattutto a Venezia e nelle province orientali della Lombardia, ed una Dama con Liocorno attribuita al ravennate Luca Longhi (1507 - 1580). La fanciulla seduta accanto al liocorno simbolo della famiglia Farnese è identificata con la bellissima Giulia Farnese, amante ufficiale di Alessandro VI Borgia e sorella - nonché abile sostenitrice dell'ascesa politica - del futuro Paolo III.


Sala del Perseo

Sala del Perseo


Torna alla pagina precedente