Sala di Amore e Psiche. Quarto livelloLuca Signorelli, Madonna con il Bambino e i Santi Pietro, Paolo, Bernardo e Stefano, 1523. Castel Sant'AngeloStufetta di Clemente VII. Terzo livelloSala di Perseo, particolare del soffitto ligneo. Quarto livelloSala Paolina. Quarto livelloSala di Perseo, particolare del fregio con dame e liocorni. Quarto livelloPellegrino Tibaldi, L'arcangelo Michele, particolare della decorazione affrescata della Sala Paolina. Quarto livello

  Il Museo >>Le esposizioni

Dal 19 Dicembre 2007 al 3 Febbraio 2008

"Poesia e Geometrie"
Mostra romana del Maestro Eugenio Carmi


Dal 19 dicembre al 3 febbraio 2008, presso Castel Sant'Angelo, “Poesia e Geometrie”, la mostra romana del Maestro Eugenio Carmi. Presentata dal Soprintendente al Polo Museale Romano, il professor Claudio Strinati, e da Lorenzo Zichichi, la mostra è curata da Giovanni Granzotto ed è organizzata da Il Cigno GG Edizioni che ne cura anche il catalogo. Il prof. Strinati e il prof. Granzotto saranno presenti all’inaugurazione martedì 18 dicembre alle ore 19.30.

Eugenio Carmi è considerato uno dei maggiori esponenti dell’astrattismo italiano. Nasce e trascorre la sua giovinezza a Genova e successivamente si trasferisce a Milano. Nel 1966 espone alla Biennale di Venezia e nel 1973 realizza un programma completamente astratto per il Servizio Sperimentale della RAI. Noto anche per le illustrazioni di alcune favole di Umberto Eco, Carmi espone praticamente in tutto il mondo: da Los Angeles a Montecitorio, da Barcellona, Praga, Parigi a New York.

“Poesia e Geometrie” raccoglie circa 40 opere dal 1971 al 2007. Alcune tracciano un breve percorso antologico ma il nucleo e il senso dell’esposizione si cattura dalle opere più recenti. Carmi torna a Roma, in un luogo prestigioso come Castel Sant’Angelo, con una mostra basata su ricerche neoplastiche, giocata sulle problematiche luministiche e costruttivistiche in cui geometria e luce si fondono regalando un brivido poetico.


Torna alla pagina precedente